Investimenti immobiliari: l'Indagine Duff & Phelps

Indagine Duff & Phelps: il valore degli asset immobiliari commerciali potrà diminuire anche oltre il 10%, ma le quotazioni torneranno a salire nel 2021

Investimenti immobiliari: l'Indagine Duff & Phelps

In allegato il comunicato relativo alla più recente survey realizzata da Duff & Phelps REAG su un campione rappresentativo di top manager e investitori nel settore real estate in Europa, Regno Unito e USA, con l’obiettivo di indagare come le varie asset class immobiliari stiano reagendo agli impatti della pandemia e i potenziali cambiamenti negli investimenti immobiliari.

L’indagine ha evidenziato che, per circa 4 investitori su 10 (il 39%), il valore degli asset immobiliari commerciali calerà tra il 5% e il 10% nel 2020, quale conseguenza della crisi dovuta alla pandemia di COVID-19. In Europa quest’ultimo dato risulta inferiore (23%) rispetto a quello globale, segno di una maggiore fiducia nella tenuta del comparto. Gli intervistati hanno indicato che i settori che risulteranno maggiormente penalizzati nel lungo termine saranno quelli del retail e dell’hotellerie (rispettivamente dal 37% e dal 36% del campione), mentre più di un terzo del campione (il 36%) crede che il comparto logistica/industriale emergerà come il più forte dalla crisi attuale, come anche il residenziale (il 29%) e il proptech (il 19%).

Inoltre, il 42% degli investitori ha mantenuto invariati i propri impegni di capitale o pensa addirittura di incrementarli. Infine, il 70% degli investitori ha dichiarato di essere pronto ad impiegare le risorse finanziarie disponibili, quando necessario.