Settore immobiliare: riaprire il cantiere

Già a partire dal mese di dicembre si è assistito ad una ripresa del comparto, che aveva visto quasi raddoppiare i propri volumi rispetto al mese precedente. I dati di inizio anno sono confortanti.

Settore immobiliare: riaprire il cantiere

Nel 2020, la flessione dello stipulato leasing ha riguardato anche il real estate, con diminuzioni a due cifre sia nel leasing di immobili finiti che nel leasing di immobili da costruire. Il settore immobiliare nel suo complesso ha tuttavia visto una nuova vivacità nella seconda parte dell’anno, che ha già portato a trend positivi di stipulato a inizio 2021.

Nella parte introduttiva al capitolo 4 di “To Lease 2021” (il Rapporto statistico annuale di Assilea che è possibile scaricare a questo link), Flavio Monosilio, Direttore del Centro Studi Ance, dichiara che: “Il 2021 potrebbe segnare un cambio di rotta molto importante, per il settore delle costruzioni come per l’intero Paese. Tutte le previsioni economiche per il 2021 annunciano un timido rimbalzo nella creazione di ricchezza…Lasciato alle spalle l’annus horribilis, il 2021 potrebbe vedere il settore delle costruzioni in prima fila per una effettiva e robusta ripresa del Paese, sfruttando pienamente i suoi importanti effetti propulsivi sull’economia.”

Anche se alcune categorie di immobili non residenziali risentono più di altre della crisi, gli effetti della pandemia potrebbero portare a nuovi investimenti nel settore per adeguare l’attuale assetto immobiliare alle mutate esigenze lavorative e commerciali e rappresentano l’occasione per una riqualificazione a fini ambientali e di risparmio energetico.

Guardando più nel dettaglio alla performance del leasing immobiliare, a fronte di una flessione importante nel 2020, già a partire dal mese di dicembre si è assistito ad una ripresa del comparto, che aveva visto quasi raddoppiare i propri volumi rispetto al mese precedente (cfr. Fig. 1).

I dati di inizio anno sono confortanti. Il primo bimestre, che si confrontava con il periodo pre-Covid, ha visto un +11% nel comparto del leasing di immobili già costruiti. Tale dinamica si è trasformata in un +35% su base trimestrale e ad aprile il leasing immobiliare ha registrato una ripresa anche nel comparto “da costruire” (cfr. Fig. 2).


Dinamica stipulato leasing immobiliare 2020.PNG      Stipulato leasing immobiliare 2020.PNG

A fronte di tale ripresa, va gestita anche l’evoluzione della qualità del portafoglio immobiliare, in cui sappiamo si concentra oltre l’80% del valore complessivo degli NPL leasing. L’ampio ricorso alle moratorie Covid-19 ha congelato gli effetti della pandemia sulla rischiosità del portafoglio, ma opportune misure di gestione dei crediti andranno poste in atto per prevenire il possibile cliff effect che potrebbe generarsi allo scadere della moratoria dei crediti.

Le prospettive e le sfide del mercato immobiliare saranno oggetto di confronto in occasione della presentazione dell’Osservatorio Immobiliare non residenziale 2021 dell’Agenzia delle Entrate organizzato con Assilea nel prossimo webinar del 27 maggio p.v.. Nel corso dell’evento verranno analizzate nel dettaglio le dinamiche più recenti, sia in termini di compravendite che di quotazioni del mercato immobiliare e potranno essere valutati gli strumenti più appropriati per una gestione prospettica del rischio di settore.