"Il Valore di crescere Insieme”, la DCNF di Banca Ifis

Assilea analizza la DCNF 2020 di Banca Ifis, una realtà che da lungo tempo ha puntato su un modello di business sostenibile, senza trascurare il suo nuovo "concept" di Sostenibilità racchiuso nella keyword D.O.E.S..

"Il Valore di crescere Insieme”, la DCNF di Banca Ifis

La Sostenibilità di Banca Ifis è parte integrante della Dichiarazione Consolidata Non Finanziaria (DCNF). In quanto Ente di interesse pubblico con le caratteristiche dimensionali previste per l’applicazione della normativa, il Gruppo Banca Ifis pubblica – a partire dall’esercizio 2017 – una Dichiarazione Non Finanziaria consolidata in conformità con quanto previsto dal D. Lgs. 254/16. Tale impegno rappresenta la naturale evoluzione del percorso che ha portato ad integrare su base volontaria, già nell’introduzione al Bilancio Consolidato 2016, l’informativa societaria con informazioni relative all’approccio del Gruppo alla sostenibilità. La Dichiarazione Non Finanziaria relativa all’esercizio 2020 viene redatta a livello consolidato dalla Capogruppo Banca Ifis S.p.A. e include tutte le società consolidate integralmente nel perimetro del Bilancio Consolidato ad eccezione delle realtà costituite/acquisite in prossimità alla chiusura dell’esercizio per le quali non è stato possibile organizzare in maniera tempestiva ed efficace il processo di raccolta e rendicontazione delle informazioni non finanziarie. Banca Ifis, per quanto riguarda i comparti in cui è fortemente presente la sostenibilità, promuove la nuova mobilità, le energie rinnovabili, le tecnologie per la riduzione delle emissioni e degli impatti climatici. La DCNF è approvata dal Consiglio di amministrazione, che al contempo approva la matrice di materialità, individuando la rilevanza degli aspetti legati alla gestione nelle seguenti aree (i “Quattro Pilastri della Sostenibilità”):

  1. Integrity
  2. Customers
  3. Ifis People
  4. Responsibility

In coerenza con il rilancio della sua identità sempre più digitale, sostenibile, autentica e in evoluzione rispetto al sistema valoriale interno (Figura 1).

Nel dettaglio sono descritti di seguito i Quattro Pilastri della Sostenibilità secondo Banca Ifis. 

Ifis Integrity rappresenta l’integrità del Gruppo, e quindi il costante impegno per garantire la qualità del credito e per diffondere la cultura e i valori aziendali all’interno e all’esterno della Banca. Promuove comportamenti volti a contrastare la corruzione e a tutelare la privacy dei clienti con attenzione alla sostenibilità.

Ifis Customers consente di esprimere la centralità del Cliente attraverso l’inclusione finanziaria e il sostegno all’imprenditoria. Si propone come l’operatore italiano di riferimento nel supporto finanziario alle piccole e medie imprese (PMI) del Paese sostenendo l’economia reale in qualità di Banca delle PMI e, nel settore dei Npl (Non Performing Loans), offrendo a famiglie e imprese la possibilità di concordare e gestire piani di rientro sostenibili. Guidati dall’innovazione digitale, con una gestione trasparente delle informazioni, garantiscono ai clienti velocità nelle risposte, servizi e prodotti di qualità. Ovviamente anche l'offerta dei prodotti finanziari di Banca Ifis rispecchia questo concetto di sostenibilità.

Ifis People”è la keyword per identificare il proprio capitale umano. Il “concept” rispecchia lo stile imprenditoriale di Banca Ifis che sente di essere “fatta di persone che costruiscono solide e autentiche relazioni, all’interno e all’esterno”. La valorizzazione, la formazione, a crescita, l’inclusione e il benessere di tutti i dipendenti sono la sua spina dorsale. Attraverso molteplici iniziative come la piattaforma inclusiva Ifis Talent, vengono migliorati i processi di recruiting, la gestione, la crescita e lo sviluppo manageriale, costruendo percorsi in linea con le esigenze e le competenze delle Ifis People. Con il rebranding si è ripensata anche la intranet aziendale Ifis4you  per dare a tutte le Ifis People, una piattaforma per far vivere loro la filosofia del Gruppo e costruire una cultura aziendale condivisa.

Nel complesso scenario dell’emergenza Covid-19, che ha caratterizzato il 2020, la Banca ha tutelato la salute e la sicurezza dei dipendenti, garantendo la continuità della propria attività, un modo quindi assolutamente resiliente e originale di affrontare anche il Covid in stile Ifis.

 
   


Ifis Responsibility è un insieme di iniziative che hanno un impatto positivo sulle comunità e sull’ambiente, creando  valore per il territorio in cui operano. Collaborando con le istituzioni locali per valorizzare lo sviluppo sostenibile e, attraverso report, studi e progetti dedicati alla cultura d’impresa, rafforzano il sostegno che la Banca rivolge all’imprenditoria e alle comunità. Ifis ha introdotto specifici prodotti e programmi di finanziamento sostenibile per favorire lo sviluppo di attività d’impresa e comportamenti ecosostenibili. Sono già in cantiere nuovi progetti tra cui  Ifis Green per lo sviluppo di prodotti e servizi che favoriscano pratiche sostenibili, come il leasing di veicoli elettrici/ibridi e plug-in, di cui la Banca è leader in Italia con una quota di mercato pari al 35%. Molte le iniziative e comportamenti a tutela dell’ambiente, una fra tutte la Net-Zero Banking Alliance. La sostenibilità della Banca è stata sottolineata anche introducendo innovazioni a tutela dell’ambiente nelle sedi lavorative di Ifis: dal primo gennaio 2020 impiega in tutte le sedi e filiali d’Italia solo energia verde proveniente al 100% da fonti rinnovabili.

 sostenibilità banca ifis in numeri.PNG

Particolare attenzione va posta anche alla sensibilità di Banca Ifis nei confronti del patrimonio culturale del territorio con l’uso dell’Economia della Bellezza, laddove utile ed etico si sostengono a vicenda e si diffonde un benessere equo e sostenibile. Anche il modello di business è orientato verso la realizzazione di utili sostenibili, in coerenza con la Mission, la Vision e i Valori di Banca Ifis.

 

L’attività di presidio continuativo per le iniziative di sostenibilità è affidata al Comitato Sostenibilità. Quest’ultimo porta avanti l’importante percorso intrapreso dalla Banca nell’integrazione dei criteri ESG.​ Il Comitato supporta il Consiglio di Amministrazione nelle attività di indirizzo strategico, con l’obiettivo di definire le progettualità più rilevanti e creare una cultura aziendale per lavorare in squadra. Il Comitato si riunisce in forma di n. 3 sottocomitati per ciascun fattore ESG:

  • Environmental
  • Social
  • Governance

Tra i principali compiti del Comitato c'è:

  • il supporto al Consiglio di Amministrazione su attività di indirizzo strategico su tematiche ESG
  • l'integrazione ESG nel Piano Industriale
  • la funzioni di natura istruttoria, propositiva, consultiva su iniziative, partnership e formazione su tematiche ESG
  • l'elaborazione annuale di un documento programmatico delle proprie progettualità.

comitato ifis.PNG

È stato istituito anche il Comitato di Sostenibilità-Social, infatti, la Banca partecipa alla vita sociale del territorio in cui opera, in un rapporto di dialogo continuo con le persone e le istituzioni, portando avanti progetti che possano contribuire allo sviluppo di comunità più inclusive e collaborative, in cui la diversità sia un valore e la cultura uno strumento di crescita sostenibile, ad esempio il Social impact Lab.

 

Figura 1 – Ridefinizione della Mission, della Vision e dei Valori

fig.1 ifis.PNG

Fonte: elaborazione Assilea su DNF 2020 Banca Ifis

 

Sono state poste in essere le azioni necessarie per integrare la sostenibilità nelle attività di business in modo da porre le fondamenta per la successiva integrazione nel Piano industriale 2022-2024 come indicato nella relativa pagina web. L’analisi dei temi d’interesse della società ha richiesto la verifica della rilevanza esterna e interna delle azioni utili all’integrazione. La rilevanza interna è stata indagata attraverso incontri con il Top Management e i principali referenti delle società controllate al fine di valutare la rilevanza strategica per il business della Banca e la possibilità di generare impatti. Per indagare la rilevanza esterna sono state analizzate le esigenze di tutte le categorie di stakeholder rilevanti. La Banca ha avviato un percorso di ascolto diretto coinvolgendo i clienti (attraverso survey) e rappresentanti della comunità e associazioni di categoria (attraverso interviste one -to - one), categorie di stakeholder selezionate per l’elevata rilevanza per il Gruppo Banca Ifis. Inoltre, è stata effettuata un’analisi desk dell’iniziativa «Fattore I» , utilizzando l’attività di web listening come metodo innovativo di ascolto anche ai fini dell’analisi di materialità (fig.3), con l’obiettivo di valorizzare le aspettative dei “clienti”, in particolare PMI e settori produttivi del Made in Italy. È stata inoltre effettuata una “valutazione mediata” degli interessi e delle aspettative degli stakeholder stessi. In tale contesto, si sono aggiornate la Sostenibilità e le keyword del Gruppo che ora si “senteDigital, Open, Efficient, Sustainable (DOES).

Interessante è la selezione degli SDG dell’Agenda 2030 (Figura 2), che sono posti in relazione con i temi materiali cui corrispondono azioni precise. Gli SDG individuati dal Gruppo sono strettamente collegati alle azioni prioritarie, che a loro volta dipendono dai temi materiali derivanti dalla matrice di materialità.

Figura 2 – UN SDG selezionati

fig.2 ifis.PNG

Fonte: Elaborazione Assilea immagini ONU su DCNF 2020 Gruppo Banca Ifis 

 

Figura 3 – Matrice di Materialità 2020

fig.3 ifis.PNG

Fonte: DNF 2020 Gruppo Banca Ifis 

Nel 2020 è proseguito il progetto di informazione e sensibilizzazione della rete commerciale volto ad assistere le PMI clienti e non sulle opportunità offerte dalle agevolazioni pubbliche a sostegno degli investimenti.

MARKET WATCH NPL & PMI

In concreto, con l’Osservatorio Market Watch PMI, la banca dimostra il suo impegno nel supportare le PMI, rientrando nel Pilastro della sostenibilità Ifis Customers.

Il Leasing Finanziario associato all’agevolazione Nuova Sabatini rientra nel paniere delle opportunità offerte dalla Banca, con un particolare focus alle micro e piccole imprese del Mezzogiorno. Anche il Leasing finanziario e il Factoring pro solvendo con Fondo di Garanzia PMI sono nel portafoglio di agevolazioni offerte da Banca Ifis a sostegno degli investimenti. L’intesa siglata con la BEI ha consentito di destinare € 50 milioni al finanziamento di progetti a favore della crescita delle PMI, per le quali sono stati sviluppati nuovi servizi finanziari a supporto dell’innovazione e della trasformazione digitale.

 

Nell’anno contraddistinto dell’emergenza Covid-19 e dalle sue ricadute sul tessuto economico e sociale del Paese, Banca Ifis ha confermato l’impegno nel perseguimento degli obiettivi di crescita del Gruppo e dei suoi stakeholder, in linea con l’Agenda 2030 dell’ONU e i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, nella sempre maggiore consapevolezza che la sostenibilità rappresenta una leva che genera valore per la società, le persone e l’ambiente. Molte, inoltre, le iniziative di solidarietà verso Organizzazioni di volontariato e Ospedali tra cui il Bambino Gesù di Roma. Il legame con il territorio è stato rafforzato anche attraverso partnership sportive.